La chiamata alla vita della Chiesa

Condividi questa notizia

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Papa Francesco nel messaggio ai cristiani per la Giornata di preghiera per le vocazioni ci dona alcune stupende sottolineature:

«Bisogna guardarsi dalla mentalità che separa preti e laici, considerando protagonisti i primi ed esecutori i secondi, e portare avanti la missione cristiana come unico Popolo di Dio, laici e pastori insieme. Tutta la Chiesa è comunità evangelizzatrice»

«Siamo chiamati a diventare un’unica famiglia nella meravigliosa casa comune del creato, nell’armonica varietà dei suoi elementi. In questo senso non solo i singoli ma anche i popoli, le comunità e le aggregazioni di vario genere hanno una “vocazione».

«La vocazione nasce grazie all’arte del divino scultore che con le sue mani ci fa uscire da noi stessi, perché si stagli in noi quel capolavoro che siamo chiamati a essere. In particolare la Parola di Dio che ci libera dall’egocentrismo, è capace di purificarci, illuminarci e ricrearci».

«Ogni vocazione nella Chiesa e in senso ampio anche nella società, concorre a un obiettivo comune: far risuonare tra gli uomini e le donne quell’armonia dei molti e differenti doni che solo lo Spirito Santo sa realizzare».